• 01
  • 01

Indice articoli

Progetti

logo LA 80

il liceo al MUS'A
2 COVER MUSA

Leggi tutto

logo LA 80

MUS'A DI PIACENZA
musa

Leggi tutto

logo LA 80

Capire il teatro 

Leggi tutto

logo LA 80

contagiamoci di poesia 
museo

Leggi tutto

L'I.S. Tramello-Cassinari promuove la partecipazione di docenti e studenti alla community delle scuole in Europa www.etwinning.net

I seguenti progetti hanno ricevuto l'eTwinning Quality Label:
 
 
 
        Referente: prof.ssa Annalisa Credali
        Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
eTwinning Quality Label
 
Etwinning Label Projects 2018-2019
ETWFORCULTURE - THE GLOBE OF SHAKESPEARE.pdf
Popular 83.87 KB
05/03/2020
ETWINZINE.pdf
Popular 93.18 KB
05/03/2020
TEACHING ENGLISH THROUGH MUSIC.pdf
Popular 92.5 KB
05/03/2020
 
Etwinning Label Projects 2017-2018
 
Etwinning Label Projects 2016-2017
EUROPEAN BRIDGE OF COMMUNICATION.pdf
Popular 81.66 KB
05/03/2020
LETS COMMUNICATE ACROSS EUROPE.pdf
Popular 97.58 KB
05/03/2020
TEENAGE LIFE.pdf
Popular 96.07 KB
05/03/2020
WHATS IT LIKE TO BE A TEEN IN EUROPE.pdf
Popular 84.79 KB
05/03/2020

Leggi tutto

logo istituto 80

safer internet day
Safer Internet Day

Leggi tutto

logo LA 80

Re-designare
IMG 0043

Leggi tutto

logo LA 80

Viaggio a Venezia
DSC 5378

Viaggio in una Venezia di incipiente acqua alta per le classi quarta architettura e quinta scenografia/architettura

Leggi tutto

logo LA 80

de chirico a milano
de chirico 1

Il 2020 per gli alunni delle classi IE e IIE del Liceo Artistico “B. Cassinari”si apre in modo speciale ovvero con una visita guidata alla grande mostra su Giorgio de Chirico a Palazzo Reale a Milano,

Leggi tutto

logo LA 80

Darwin Day 2020
locandina darwin day 2020

DARWIN DAY PIACENZA 2020
Mercoledì, 12 febbraio 2020
Conservatorio di Musica "G. Nicolini", Sala dei Concerti
ore 9-12

Leggi tutto

analisi del film

Materiali - Linguaggio cinematografico
da G. Rondolino, D. Tomasi, Manuale del film. Linguaggio, racconto, analisi, Novara 2011.
testo in adozione
Classe Quinta a. s. 2015-2016

attività condotta su 60 brani di film presenti nel libro in adozione (segue elenco):

  • lettura dal libro di testo con riferimento al brano del film analizzato, registrazione audio
  • montaggio della registrazione audio e del brano del film (Adobe Premiere)
  • editing di 3 DVD-video contenenti tutto il materiale prodotto, consultabile attraverso Menu progettato da ciascun alunno (Adobe Encore DVD)

visualizzazione di alcuni brani dai seguenti link

 

      L’INQUADRATURA
       
   

IL PROFILMICO E LA MESSA IN SCENA

     

L’ambiente e la figura

     

01. Quarto potere (1941) di Orson Welles

     

02. Marnie (1964) di Alfred Hitchcock

     

03. Lanterne rosse (1991) di Zhang Yimou

       
     

Scenografie virtuali

     

04. Inception (2010) di Christopher Noland

     

05. Moulin Rouge (2001) di Baz Lahrmann

     

06. Dogville (2003) di Lars von Trier

       
     

La luce e il colore

     

07. La morte corre sul fiume (1955) di Charles Laugthon >>

     

08. Le notti bianche (1957) di Luchino Visconti >>

     

09. Ubriaco d’amore (2002) di Paul Thomas Anderson

       
   

IL FILMICO

     

La scala dei piani e il volto umano

     

10. Sussurri e grida (1972) di Ingmar Bergman

       
     

Il dettaglio e il particolare nel cinema contemporaneo

     

11. Requiem for a dream (2000) di Darren Aronofsky

       
     

Angolazione e dintorni

     

12. L’arrivée d‘un train a La Ciotat (1896) di Auguste e Louis Lumière

     

13. Psyco (1959) di Alfred Hitchcock

     

14. Quarto potere (1941) di Orson Welles

       
     

La cornice e i due spazi

     

15. M, il mostro di Düsseldorf (1931) di Fritz Lang

     

16. L’estate di Kikujiro (1999) di Takeshi Kitano >>

       
     

Soggettiva e sguardo

     

17. Psyco (1959) di Alfred Hitchcock >>

     

18. La donna nel lago (1947) di Robert Montgomery

       
     

I movimenti di macchina

     

19. Notorius (1946) di Alfred Hitchcock >>

     

20. La folla (1928) di King Vidor

       
     

Ebrezza, vertigine e iperspettacolo: i movimenti di macchina nel cinema contemporaneo

     

21. Moulin Rouge (2001) di Baz Lahrmann

       
     

Inquadrature multiple e « finestre »: verso il montaggio

     

22. The life o fan american fireman (1903) di Edwin S. Porter

     

00. Suspense (1913) di Lois Weber

     

23. Napoléon (1927) di Abel Gance

     

24. Il letto racconta (1959) di Michael Gordon

     

25. Il caso Thomas Crown (1968) di Norman Jewison

     

26. Appunti di viaggio su moda e città (1989) diWim Wenders

     

27. Timecode (2000) di Mike Figgis

     

28. Le valigie di Tulse Luper – Parte I, La storia di Moab (2003) di Peter Greenaway

       
       
   

IL MONTAGGIO

       
   

CHE COSA È IL MONTAGGIO

     

29. Psyco (1959) di Alfred Hitchcock

     

30. La regola del gioco (1939) di Jean Renoir >>

       
   

SPAZIO E TEMPO

     

31. Notorius (1946) di Alfred Hitchcock

     

32. Il padrino (1972) di Francis Ford Coppola

       
   

FORME , FUNZIONI E IDEOLOGIE DEL MONTAGGIO

     

Il montaggio narrativo e il découpage classico

     

33. Colazione da Tiffany (1961) di Black Edwards

     

34. Il romanzo di Mildred (1945) di Michael Curtiz

       
     

Il montaggio connotativo

     

35. Ottobre (1946) di Sergej Ėjzenštejn

     

36. 2001: Odissea nello spazio (1968) di Stanley Kubrick

     

37. Fiori d’equinozio (1958) di Yasujirō Ozu

       
     

Il montaggio formale

     

38. Psyco (1959) di Alfred Hitchcock

     

39. Full metal Jacket (1987) di Stanley Kubrick

       
     

Il montaggio discontinuo

     

40. Primavera precoce (1956) di Yasujirō Ozu >>

     

41. Psyco (1959) di Alfred Hitchcock

       
     

Il montaggio proibito: profondità di campo e piano sequenza

     

42. Quarto potere (1941) di Orson Welles

     

43. I racconti della luna pallida d’agosto (1953) di Kenij Mizoguchi

     

44. Fino all’ultimo respiro (1960) di Jean-Luc Godard

     

45. Platform (2000) di Jia Zhangke

     

46. Scarface (1932) di Howard Hawks >>

     

47. Muriel (1963) di Alain Resnais >>

     

48. Il cimitero del sole (1960) di Nagisa Ōshima

     

49. Omicidio in diretta (1998) di Brian De Palma

       
       
   

IL SUONO, L’IMMAGINE

       
   

LE FUNZIONI DEL SUONO

     

50. Viaggio a Tokio (1953) di Yasujirō Ozu

     

Suono e spazio

     

51. Ninotchka (1939) di Ernst Lubitsch

     

52. L’Atalante (1934) di Jean Vigo >>

       
     

Suono e tempo

     

53. I cavalieri del Nord-Ovest (1949) di John Ford

       
   

SUONO E RACCONTO: IL PUNTO D’ASCOLTO

     

54. Il lamento del sentiero (1955) di Satyajtt Ray >>

       
   

PAROLE E VOCI

     

55. La dolce vita (1960) di Federico Fellini

     

56. Riff Raff (1991) di Ken Loach

     

57. Jules e Jim (1962) di François Truffaut

     

58. Hiroshima mon amour (1958) di Alain Resnais

       
   

MUSICHE

     

59. Una giornata particolare (1979) di Ettore Scola

       
   

RUMORI

     

60. Playtime (1967) di Jacques Tati >>i

 

 

   
       
     
rid Menu Manualedelfilm disco1   rid Menu Manualedelfilm disco2
Esempio di Sottomenu - disco 1   Esempio di Sottomenu - disco 2

 

 

Leggi tutto

Raccolte lavori
audiovisivo e multimediale
linguaggio sonoro e audiovisione/1

 

  REGISTRAZIONI AUDIO
EFFETTUATE COME RICOGNIZIONE
E ASCOLTO DEL PAESAGGIO SONORO
 
           
           
           
  click sull'immagine
per ascoltare
   elab paesag sonoro granada 1    elab paesag sonoro granada 2
           
           
           
       elab paesag sonoro bagnaia    elab paesag sonoro api
           
           
           
       elab paesag sonoro acqua    

 

© Elaborati audiovisione, Liceo Artistico Statale "B. Cassinari"

Leggi tutto

linguaggio musicale
musica contemporanea

  Uno degli obiettivi formativi fondamentali del Liceo Artistico Statale "B. Cassinari" consiste nella conoscenza della cultura musicale.
In ogni ordinamento di alta formazione artistica successiva al diploma (Accademie di Belle Arti, Istituto Europeo di Design - IED, Facoltà di Architettura) è presente l'insegnamento musicale; questo perché il linguaggio sonoro è un elemento fondamentale della produzione artistica contemporanea. A fronte di ciò, l'insegnamento artistico a livello liceale non contempla nei propri curricoli uno specifico insegnamento musicale.
Al di là di una pratica con lo strumento, è sul terreno storico ed estetico che andrebbe inserito tale insegnamento, al pari delle altre discipline, con la possibilità di accennare almeno alla storia della musica nel momento in cui viene trattato, per fare solo qualche es., il Romanticismo o l'Espressionismo (Scuola di Vienna) nell'ambito delle diverse materie curricolari.

Tra gli indirizzi del Liceo, quelli in cui risulta particolarmente appropriato l'insegnamento musicale, sono l'indirizzo Audiovisivo e multimediale, Scenografia, ma anche l'indirizzo Arti figurative, per le ragioni dette all'inizio e Architettura.
     
  Perseguendo l'obiettivo della conoscenza della cultura musicale il liceo artistico "Cassinari"
organizza conferenze di filosofia della musica riguardanti temi specifici, trattandoli secondo un approccio a carattere multidisciplinare >>
   realizza pubblicazioni in tal senso >>
   sviluppa progetti e percorsi curricolari pluriennali >>
     
   Questa pagina riguarda in particolare alcune delle attività, dei progetti e degli argomenti proposti nell'ambito dell'indirizzo Audiovisivo e multimediale.
     
   Tra gli obiettivi specifici riguardanti la cultura musicale vi è quello della conoscenza della produzione musicale contemporanea.
Vengono di seguito evidenziati compositori delle nuove generazioni presenti alla Biennale Musica 2015 le cui opere sono state proposte all'ascolto degli studenti nell'ambito di una loro attività progettuale >>
     
   Luca Antignani >>
   Silvia Borzelli >>
   Aureliano Cattaneo >>
   Benoît Chantry >>
   Pasquale Corrado >>
   Milica Djordjevic >> 
   Dai Fujikura >>
   Federico Gardella >>
   Lara Morciano >>
   Nina Šenk >>
   Marcin Stańczyk >>
    Filippo Zapponi >>
     
     
   Selezione di opere fondamentali dall'anno 2000 in: Paul Griffiths, La musica del Novecento, Einaudi, 2014
     
   

2000. in vain >>
Georg Friedrich Hass

Il carattere di quest’ora e più di musica per ventiquattro strumentisti è inseparabile dalle circostanze speciali richieste dalla partitura, secondo la quale certe sezioni vanno suonate nel buio più completo […]
Suonata con la luce, la parte iniziale è caratterizzata dal temperamento equabile e, almeno all’inizio, da continue folate discendenti […]
Dopo un po’ arrivano le note non temperate, e a quel punto la luce sfuma.
Quando si arriva all’oscurità completa, il suono si è stabilizzato in una massa di accordi che si spostano lentamente…

2001. Concerto per violino >>
Unsuk Chin

Questo concerto è un notevole esempio si quel genere di stile moderno che sa richiamare immagini del passato in un ambito decisamente nuovo. La Chin dà soltanto numeri da metronomo ai suoi movimenti, ma sarebbe semplice fornire indicazioni verbali di tipo tradizionale. L’intera storia del concerto per violino viene chiamata in causa e centrifugata…

2004. Induuchlen >>
Heinz Holliger

Il titolo, «Imbrunire », è lo stesso della terza delle quattro poesie di Streich […] Nell’interpretazione di Holliger […] l’esperienza dell’imbrunire è esistenziale. […] Si potrebbe forse pensare, in questo brano lento che procede a tentoni, che i due partecipanti, il corno e la voce, si stiano sforzando di trovarsi. Oppure che siano due aspetti di una singola personalità che si è divisa, si è allontanata da se stessa e sta cercando di ricompattarsi. Lo sviluppo ulteriore di questa canzone – un lungo assolo di corno – è straordinario…

2004. Il suono e il tacere >>
Salvatore Sciarrino

Sullo sfondo di un leggero battito cardiaco di percussioni, e con la presenza sconcertante degli archi che esalano un rantolo, l’orchestra annuncia la propria trasformazione in un corpo umano. A questo primo rantolo – una scivolata balbettante, bassa e verso il basso – ne fa seguito un altro, ancora più basso, come sedagli abissi della memoria collettiva dell’orchestra fosse scaturito il ricordo di come una seconda frase deve bilanciare una prima, il dopo deve succedersi al prima…

2007. Grá agus Bás >>
Donnacha Dennehy

La musica di Dennehy trae ispirazione da due correnti principali della generazione precedente:il minimalismo urbano (nella versione di Louis Andriessen e dei compositori newyorkesi più giovani come Michael Gordon) e la musica spettrale. In questa composizione, tuttavia, c’è una terza fonte di ispirazione che potrebbe sembrare del tutto fuori luogo rispetto alle altre due:il sean-nós (vecchio stile), una forma di canto solista tradizionale originario dell’Ovest e del Sud dell’Irlanda, che però si accorda benissimo all’energia degli ostinati della Dennehy e al suo raffinato uso dei microtoni…

2007. Stifters Dinge >>
Heiner Goebbels

Non ci sono persone in quest’opera teatrale, solo una serie di pozze d’acqua rettangolari da cima a fondo del palcoscenico. L’acqua viene illuminata, vi vengono proiettate delle immagini, oppure è in movimento inquieto. Sull’acqua può passare, su rotaie che vanno da una parte all’altra, una grande struttura che può essere una superficie illuminante o proiettante, ma che si rivela anche essere un assemblaggio di cinque pianoforti meccanici. […] Il metallo è l’acqua, il clangore del primo e lo scorre della seconda, le voci umane vicine e distanti, i suoni di orologi e altre macchine, compresi quelli dei pianoforti meccanici, vanno a formare un mondo sonoro ipnotico…

2006-2008. Schnee >>
Hans Abrahamsen

Concepita per due pianoforti e percussioni con trio di legni e trio d’archi. Schnee (Neve) è un’ora di canoni sempre più cristallizzati che sono anche ritratti musicali della neve: le sue tormente, il modo in cui copre e cancella il paesaggio, la sue delicatezza e il suo gelo…

2009. Remnants of Songs… An Amphigory >>
Olga Neueirth

Il titolo e parte dell’ispirazione per questa composizione vengono dal libro di Ultich Baer Remnants of Song, uno studio su due artisti dell’era moderna – Baudelaire e Celan – e su come gli avvenimenti storici traumatici delle loro epoche li hanno portati a reazioni apparentemente opposte, spesso in contrapposizione anche nel singolo artista: la serietà ai limiti della disperazione e la sfrenatezza giocosa. L’arte prodotta in circostanze simili può sforzarsi di tendere all’infinito ma anche, allo stesso tempo, diventare un’« amphigory » (ovvero una composizione burlesca e nonsense)…

2009. murmurs >>
Rebecca Saunders

Giustamente, molti dei titoli della Saunders hanno a che fare con il colore (cinnabarvermillonBlue and Gray), ma molti altri indicano la ricerca delle vestigia, un flebile segnale di cose perdute, l’assenza che denota una presenza, come nel caso di a visible trace per undici strumenti (2006) o di murmurs (sussurri) per un ensemble di dieci. Un’altra cosa tipica della Saunders è che questo titolo contiene un riferimento a Beckett, e in particolare a Company, da cui la compositrice trae l’epigrafe: « La luce infinitamente fioca è vera perché ormai non è altro che un sussurro »…

2011-12. Unfolding >>
Francesca Verunelli

Scritta su commissione dell’IRCAM, questa composizione è concepita per quartetto d’archi con un componente elettronico come quinto strumento. […]
Ciò che si « dispiega » (come da titolo) in questo brano di ventuno minuti è un sistema di sentieri, spesso imboccati in serie, in cui una serie di mortivi basilari – « elementi radicali » –, come li chiama la compositrice – sembrano trovare ognuno il proprio modo di andare avanti.

da: Paul Griffiths, La musica del Novecento, Einaudi, 2014

Leggi tutto

Studio materiale bibliografico - Bibliografia

Storia del cinema/I generi del cinema classico hollywoodiano/Bibliografia

  • GENERI
    • Rick Altman, Film/Genere, Milano 1999
      Giaime Alonge e Giulia Carluccio, Il cinema classico americano, Roma-Bari 2006
  • Commedia
    • Stanley Cavell, Alla ricerca della felicità, (London, 1981) Torino 1999.
  • Musical
    • Rick Altman, The American Film Musical, Bloomington-London 1987
  • Western
    • Robert Warshow, Movie Chronicle: The Westerner, in: The Immediate Experience, New York 1962
      Jean-Louis Rieupeyrout e A. Bazin, Il western, (Paris 1953) Bologna 1957
      Raymond Bellour, Il western, (Paris 1966) Milano 1973
      Jean-Louis Leutrat e Suzanne Liandrat Guigues, Le carte del Western. Percorsi di un genere cinematografico, (Paris 1990) Genova 1993
      Carlo Gaberscek, Sentieri del West. Dove il cinema ha creato il West, Gemona 1995
  • Gangster film
    • Renato Venturelli, Poliziesco americano in cento film, Genova 1998
  • Horror film
    • Carlos Clarens, An Illustrated History of the Horror Film, New York 1967
  • Noir
    • Raymond Borde e Étienne Chaumeton, Panorama du film noir américain 1941-1953, Paris 1955
      Renato Venturelli, L'età del noir: ombre, incubi e delitti nel cinema americano, 1940-60, Torino 2007

Catalogo del Servizio Bibliotecario Nazionale >>
Catalogo della Biblioteca Passerini-Landi, Piacenza >>

Leggi tutto

VIAGGIO A VENEZIA
CLASSI IV ARCHITETTURA E
V SCENOGRAFIA/ARCHITETTURA

DSC 5378 minViaggio in una Venezia di incipiente acqua alta per le classi quarta architettura e quinta scenografia/architettura, il 28 ottobre scorso.
Arrivati alla stazione di santa Lucia novella, gli studenti si sono recati alla chiesa di S.Maria della Pietà, dove ad attenderli c'era lo scrittore Tiziano Scarpa, che qui ha ambientato il suo romanzo Stabat mater (premio Strega 2009) e che ha dialogato con loro.

DSC 5382 min

 

A seguire un'interessante visita alla Fondazione Querini-Stampalia per ammirare le innovative soluzioni architettoniche di Carlo Scarpa e al Fondaco dei Tedeschi.
Giornata ricca ed interessante; peccato la mancata visita alla terrazza del Fondaco, chiusa a causa della pioggia.

Leggi tutto

Raccolte lavori
audiovisivo e multimediale
linguaggio figurativo e linguaggio filmico/1

PUNTO, LINEA, LUCE-OMBRA, COLORE
elementi di base del linguaggio figurativo si ritrovano all'interno del linguaggio filmico

Gli elaborati qui riportati sono stati eseguiti da alunne della classe Terza, a. s. 2013-'14 a partire da fotogrammi scelti di film

elb Avm Punto 00 inc
   

PUNTO

Punti e traiettorie ne "L'uomo con la macchina da presa" (1929) di Dziga Vertov

1elb Avm Punto 01-altaR
2Ftg Avm Punto 01
3elb Avm Punto 02-altaR
4Ftg Avm Punto 02
5elb Avm Punto 03-altaR
6Ftg Avm Punto 03
   

LINEA

"Conflitto grafico" nella sequenza de
La scalinata di Odessa del film
di Sergej Ejzenstejn
"La corazzata Potemkin"
(1926)

1elb Avm Linea 01-1-AltaR
2Ftg Avm Linea 01-1
3elb Avm Linea 01-2-AltaR
4Ftg Avm Linea 01-2
   

Le linee del soggetto ripreso e i movimenti di macchina ne
"Le chant du Styrène" (1958)
di Alain Resnais

1elb Avm Linea 02-AltaR
2Ftg Avm Linea 02
3elb Avm Linea 03-AltaR
4Ftg Avm Linea 03
   

LUCE-OMBRA

Dal "Faust" (1926)
di Friedrich Wilhelm Murnau

1elb Avm Luce-Ombra 01-AltaR
2Ftg Avm Luce-Ombra 01
3elb Avm Luce-Ombra 02-AltaR
   

COLORE

Colore e materia nella "Medea" (1988) di Lars von Trier

1elb Avm Colore 01-AltaR
2Ftg Avm Colore 01
   

"Almanacco d'autunno" (1985)
di Béla Tarr

1elb Avm Colore 02-AltaR
2Ftg Avm Colore 02
3elb Avm Colore 03-AltaR
4Ftg Avm Colore 03

© Copyright degli elaborati grafico-pittorici, Liceo Artistico Statale "B. Cassinari"

eventi

logo TR 80

binario 21
binario21

L’IS Tramello ha allestito nei suoi locali di via Negri 45 una mostra intitolata Binario 21, realizzata dall’Associazione Figli della Shoah, della quale è presidentessa la senatrice Liliana Segre,

Leggi tutto

La legislazione europea in materia di privacy e protezione dei dati personali richiede il tuo consenso per l'uso dei cookie. Acconsenti?