• 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 01
  • 02

fisionomia

Da molti anni la scuola ha sposato l’idea che la formazione nel settore artistico dovesse andare nella direzione di un netto rifiuto del concetto di standard formativo, per promuovere con determinazione una formazione fortemente individualizzata, che sapesse tener conto e valorizzare le vocazioni e le inclinazioni di ogni studente.
Da tale considerazione è nata la necessità di porre a fianco della cultura dei linguaggi, lo sviluppo della creatività, considerata ambito privilegiato per la crescita di una diversità che è segno di rispetto per l’individuo e occasione di affermazione del diritto di cittadinanza.
Sulla scorta di tale convinzione è nata l’area elettiva o dei progetti della scuola, come occasione nella quale ciascun individuo può maturare in modo assolutamente originale, la propria vocazione.
Tale operazione, che ha investito direttamente tutta la popolazione studentesca, ha determinato una riconsiderazione del ruolo del Docente come professionista della formazione, dotato anch’esso di una libertà che è garanzia di valorizzazione delle personali capacità: tale ripensamento ha posto l’individuo Docente al centro dell’operatività ed ha individuato le potenzialità personali come risorsa di diversità da mettere al servizio di un sistema articolato, che si fonda sull’esercizio della libertà.
La valorizzazione della diversità, intesa come risorsa, ha condotto la scuola ad accogliere il principio universale di integrazione che pone oggi l’attenzione verso l’ambito della multiculturalità come verso il mondo dell’handicap, considerando quest’ultimo come fatto di ulteriore diversità, soggetto ad integrarsi ed a costituire al pari delle altre diversità una risorsa per la realizzazione dell’obiettivo di una scuola autenticamente aperta.
Il Liceo Artistico pertanto si definisce oggi come la somma di molti princìpi ideologici, dei quali nessuno si è perduto o è stato rinnegato in una logica di un autentico pluralismo culturale.
Il Liceo Artistico pertanto sposa oggi, come al suo inizio, l’idea di voler essere scuola dei linguaggi, e al tempo stesso opera nella direzione della interazione di questi, della creatività, della formazione individualizzata; essa è scuola dell’integrazione e della multiculturalità.
Ciò che ci preme tuttavia porre all’attenzione dei nostri nuovi iscritti è l’assetto di complessità che il Liceo “Cassinari” ha assunto nella presenza di una molteplicità di “anime”, che armonicamente convivono e costituiscono l’oggetto del nostro formare.

e-Twinning

e-Twinning

Erasmus+

Erasmus+

eventi

logo LA 80

Viaggio a Venezia
DSC 5378

Viaggio in una Venezia di incipiente acqua alta per le classi quarta architettura e quinta scenografia/architettura

Leggi tutto

logo LA 80

de chirico a milano
de chirico 1

Il 2020 per gli alunni delle classi IE e IIE del Liceo Artistico “B. Cassinari”si apre in modo speciale ovvero con una visita guidata alla grande mostra su Giorgio de Chirico a Palazzo Reale a Milano,

Leggi tutto

logo LA 80

Darwin Day 2020
locandina darwin day 2020

DARWIN DAY PIACENZA 2020
Mercoledì, 12 febbraio 2020
Conservatorio di Musica "G. Nicolini", Sala dei Concerti
ore 9-12

Leggi tutto

logo LA 80

il ragazzo di berlino
ilragazzodiberlino

In occasione del trentennale della caduta del muro di Berlino, l’11 novembre le classi 1F, 2A, 2Ce 2D, accompagnati dalle prof Groppi, Stendardi e Trasciatti, hanno avuto l'opportunità di incontrare, presso la Cappella ducale di palazzo Farnese, lo scrittore inglese Paul Dowswell, autore del romanzo storico Il ragazzo di Berlino.

Leggi tutto

La legislazione europea in materia di privacy e protezione dei dati personali richiede il tuo consenso per l'uso dei cookie. Acconsenti?
Maggiori informazioni Ok Rifiuta